I Chakra Superiori

4° Chakra Anahata l’amore, la salute e le relazioni.

Il quarto chakra è nell'area del plesso cardiaco.

Questo chakra controlla la prima delle vibrazioni superiori. Ci sono dodici raggi o petali. In numerologia il dodici si riduce al numero tre. Il tre è il numero che rappresenta la relazione fra la Saggezza, il Potere e l’Amore. Questo equilibrio è la focalizzazione primaria del Chakra del Cuore. La Saggezza senza Amore e Potere sarebbe crudele e debole. Il Potere senza la Saggezza e l’Amore sarebbe pericoloso ed egoista, e l’Amore senza il Potere e la Saggezza sarebbe vittimizzato e stupido. Nel nostro cuore dobbiamo imparare come trovare ed unire tutt’e tre queste virtù. La nota di questo chakra è il FA# (diesis) e il mantra è “Yam”.Anahata Cantare questi mantra nella chiave di FA# mentre si focalizza l’attenzione in quest’area del corpo, ci può permettere di accedere in modo più cosciente al Chakra del Cuore. Il colore di questo chakra è il verde (e il rosa nel Cuore Alto). Il verde è il colore centrale dello spettro di luce e rappresenta il risanamento, la crescita e la salute. Il Chakra del Cuore è il fulcro del corpo, il punto centrale dove le nostre energie interiori maschili e femminili, umane e divine si incontrano. Il quarto chakra controlla TUTTE le nostre relazioni inter ed intra-personali. Questo chakra controlla la nostra percezione dell’amore, la nostra capacità di dare e di ricevere amore dagli altri, la nostra essenza più elevata e noi stessi. Il nostro Cuore Alto controlla l’Amore Incondizionato ed il Cuore inferiore controlla l’amore umano. Controlla anche la compassione, il risanamento, i polmoni, il respiro e il nostro senso del tempo che è legato ai cicli ritmici del respiro e del battito cardiaco. Il Chakra del Cuore controlla il senso del tatto. Il tocco è la prima intimità che conosciamo come neonati e rimane il nostro mezzo di comunicazione non detto più potente per tutta la nostra vita. Il tocco può essere il più amorevole o il più terrificante mezzo di comunicazione. È nel nostro cuore che arriviamo a conoscere il tocco e come noi, a nostra volta, desideriamo toccare gli altri. L’aria è l’elemento che è controllato dal quarto chakra, controlla anche i polmoni, che è il modo in cui portiamo aria – ossigeno – nel corpo. La relazione fra i polmoni e il cuore è vitale. Senza il fresco ossigeno che i polmoni conducono nel cuore, i globuli rossi non porterebbero la forza vitale attraverso il corpo. Il quarto chakra controlla le nostre vite coscienti di tutti i giorni. Tuttavia, anche nella persona più scientifica, alcuni aspetti quadridimensionali d’empatia ed intuizione insorgono. Il Chakra del Cuore controlla la coscienza della nostra famiglia e della nostra comunità ed è attraverso i nostri cuori che ci battiamo per la coscienza unitaria con tutta la vita e con la Stessa Madre Terra

5° Chakra Vishudda la comunicazione e la creatività superiore.

La posizione del quinto chakra è nella gola, governa la creatività ed il primo chakra è dove possiamo entrare in contatto con esseri superiori. Il Chakra della Gola ha sedici petali. In numerologia, un numero 16 si riduce a 7 (1+6=7). Il Sette è il numero dell’analisi, della comprensione, della conoscenza, della consapevolezza e della meditazione. Il numero 7 dirige una focalizzazione interiore che è vitale per la creatività per far germogliare e per comunicare il nostro sé più profondo ed onesto con gli altri e con gli esseri superiori. La sfida del numero 7 si trova nelle difficoltà procurate dal disagio con le nostre sensazioni interiori che non possono essere espresse. Il numero 7 ci sprona ad andare dentro di noi e ad unirci ai nostri pensieri ed emozioni per trovare un’espressione creativa.

VishuddaLa nota per il quinta chakra è Sol # (Sol diesis) e il mantra è “ham” Il colore di questo chakra è azzurro o verde/blu.

Il Chakra della Gola controlla la parola, l’udito, la comunicazione, l’auto-espressione, la grazia e l’ascolto Superiore. Questo chakra ci sprona a trovare il nostro “sé”, a comunicarlo attraverso la nostra creatività e ad usare la forza creativa delle nostre emozioni superiori per portare la nostra coscienza nelle dimensioni superiori. Il quinto chakra governa il senso dell’udito. Proprio come noi dobbiamo imparare ad ascoltare il nostro sé interiore, dobbiamo imparare anche ad “ascoltare” gli altri.

L’etere è l’elemento di questo chakra. Il quinto chakra è il primo chakra che è governato dai nostri sensi superiori, che richiede alla forza di questo chakra di focalizzarsi sui membri del Regno Angelico. Il quinto chakra dirige la nostra attenzione verso la terza e quarta dimensione superiori. È ancora largamente governata dalla nostra mente conscia, ma ha accesso alla coscienza collettiva. Quando questo chakra è equilibrato, la nostra coscienza individuale va oltre il personale e la coscienza di gruppo avanza alla “coscienza collettiva.”

6° Chakra Ajna l’ispirazione, l’immaginazione e il potere spirituale.

Per i primi cinque chakra, un cerchio circonda i simboli. Questo non è il caso del sesto e del settimo chakra, perché i due chakra rappresentano l’espansione della coscienza al di là del limitante “cerchio” del nostro sé tridimensionale.

AjnaLa posizione del sesto chakra, conosciuto anche come Chakra del Terzo Occhio, si trova fra gli occhi nel centro della fronte. Ci sono novantasei petali in questo chakra. Questi petali rotanti accelerano fino ad essere un vortice turbinante quando il Terzo Occhio è aperto. Per questo chakra la nota è un LA acuto e il mantra è “om”. Il mantra “om” è utilizzato in molte tradizione per ottenere la coscienza delle onde theta. Il colore per il chakra del Terzo Occhio è l'indaco. I bambini che nascono ora, sono chiamati “Bambini Indaco” perché sono nati con il Terzo Occhio completamente aperto. Sarà la nostra sfida proteggere questi bambini dal nostro pericoloso mondo finché non saranno grandi abbastanza da diventare i nostri leaders. Il sesto chakra controlla l’intuizione, l’immaginazione ed è associato con le parti della coscienza che si preoccupano della veduta spirituale della vita. Questo chakra è talvolta conosciuto come la Casa dello Spirito poiché ha la capacità di informarci delle motivazioni che si trovano dietro le azioni. Attraverso il sesto chakra possiamo osservare il teatro esterno della vita da un punto di vista interiore. Anche la visione interiore è governata da questo chakra. Attraverso la meditazione del chakra del terzo occhio, possiamo ottenere grande ispirazione e la visione del nostro scopo e destino.


Gli ultimi due chakra governano i nostri sensi superiori. Il sesto chakra governa il senso superiore della telepatia, dell’empatia, dell’ESP (percezione extra-sensoriale) e di tutte le altre capacità che sono latenti nell’85% del cervello che normalmente non utilizziamo.

Gli elementi per gli ultimi due chakra sono metafisici, o al di là del fisico. Il sesto chakra, governa la visione spirituale e il suono interiore. Questo chakra governa l’espansione della coscienza tridimensionale fino a racchiudere la percezione conscia della quarta dimensione. Questa percezione conscia della quarta dimensione significa che ricordiamo i nostri viaggi interiori, sia che avvengano attraverso il sonno o la meditazione. Significa anche che impariamo come integrare l’ispirazione, l’illuminazione e la conoscenza che abbiamo ottenuto nella vita fisica di tutti i giorni.

* Si ringrazia Umberto Carmignani http://www.reiki.it/it/maestro/umberto-carmignani, autore delle immagini relative ai Chakra.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Clicca Qui! per Approfondire... . Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.