Le Origini dello Yoga

Già attorno al 5000 a.C. risiedeva nella valle dell'Indo una civiltà assai avanzata dal punto di vista urbanistico e organizzativo. Sono stati rinvenuti resti dei due principali centri, Mohenjo-Daro e Harappa, insieme con amuleti, sigilli e tavolette che rappresentavano posizioni di yoga come l'aratro e il loto. Tempio India
In seguito, nel periodo tra il 2000 e il 1000 a.C., popolazioni nomadi, provenienti da regioni come la Turchia e l'Asia centrale (l'archeologia non ha ancora sciolto questo dubbio), si sono insediate in questi accoglienti luoghi della valle dell'Indo, fondendosi con le popolazioni già residenti.
Questo mitico popolo si definì col nome 'Aria' (in sanscrito àrya, "persona rispettabile").
Fu un popolo nobile, di razza bianca e lingua indoeuropea alla quale si possono ricollegare anche le nostre origini attraverso madri lingue come il greco e il latino, in evidenti affinità col sanscrito, la lingua sacra indiana. Popolo di cacciatori e pastori avevano, come elemento sacro, il fuoco e, già molto evoluti, praticavano culti per varie divinità.
YogiCostituiti su base patriarcale, la loro organizzazione sociale si articolava in tre funzioni fondamentali: i sacerdoti (bràhmana), i guerrieri (ksatriya), gli agricoltori - allevatori (varava). Queste tre funzioni, che improntavano tre modi radicalmente diversi di vita e di costumi, le ritroviamo riflesse nell'organizzazione gerarchica del pantheon degli dei ario-indiani.

Lo Yoga Integrale permette di acquisire una conoscenza che deriva dall’esperienza di quanto avviene all’interno del corpo, isolando ogni stimolo esterno. L'insieme di tecniche e pratiche che vengono utilizzate, hanno lo scopo di aiutare, attraverso l'esperienza, di acquisire consapevolezza di sè. Il metodo fa riferimento ai principali testi dello yoga classico, Yoga Sutra, Upanishad, Hatha Yoga con un riferimento particolare all'Astanga Yoga di Patanjali.
Armonia e Yoga
Yoga Nidra conduce al controllo neuromuscolare attraverso il rilassamento, le visualizzazioni e il controllo del respiro. Il metodo migliora il richiamo conscio, incrementando la funzione della memoria e la capacità di apprendimento. Ricerche mediche sostengono che Yoga Nidra agisce sui due emisferi cerebrali; l’emisfero sinistro (conscio) e l'emisfero destro (subconscio) integrandoli. Yoga Nidra procura un sollievo sintomatico effettivo, allevia depressioni e ansie, produce un effetto integrante sull’ipotalamo il che porta ad una diminuzione dell’attività nervosa simpatica (eccitante) e ad un aumento della funzione parasimpatica (rilassante).Shiva Questa risposta al rilassamento opera cambiando la reazione neuromuscolare allo stress, crea condizioni opposte a quelle da iperattività del sistema simpatico. Durante Yoga Nidra i sistemi del corpo raggiungono un profondo riposo fisiologico; i meccanismi rigenerativi entrano in azione; ne risulta che i tessuti del corpo vengono fisiologicamente rinforzati contro lo stress.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Clicca Qui! per Approfondire... . Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.