la Sede

Carbonara Ticino Pavia

Cascina Dei Frati, un luogo immerso nel verde profondo del Parco del Ticino, situato sul percorso della via Francigena.

Le origini dell’abitato si perdono nell’età preistoriche e protostoriche.
Nel territorio furono infatti rinvenuti molti reperti archeologici ascrivibili all’età del bronzo e all’epoca romana.
Alternate ai campi si profilano grandi cascine lombarde, importanti per il loro valore architettonico e storico. Tra queste ricordiamo la Cascina Caselle e la Cascina dei Frati. Secondo la tradizione popolare, che molte volte sconfina nella leggenda, queste due cascine sarebbero collegate, attraverso misteriosi cunicoli sotterranei, all’ex convento di Santa Maria a Torre de Torti (località in comune di Cava Manara, lontana una decina di chilometri), ritenuto luogo di culto dei Cavalieri Templari.

Ben documentato è invece il fatto che questi territori, intorno all’Anno Mille, sono stati attraversati da numerosi pellegrini diretti a Pavia e poi, attraverso la Via Francigena, a Roma. Per loro, le case agricole rappresentavano un sicuro punto di sosta e fra queste si ricorda l’importante insediamento rappresentato dalla Cascina Campomaggiore, a cui è annessa un’antica cappella risalente al 1700. L’anello tocca anche l’abitato di Carbonara (noto fin dal XIII secolo come Carbonaria e associato al feudo di Gropello Cairoli) e la piccola frazione Sabbione. Degna di nota è la località Canarazzo sulle rive del Ticino, dove un’ampia spiaggia ghiaiosa si affaccia su una scenografica ansa del fiume.

Seminari residenziali

I seminari residenziali vengono svolti in Location suggestive, immerse nel fascino selvaggio di nature incontaminate.

 

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Clicca Qui! per Approfondire... . Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.